Benvenuto Carlos!

B

Cambio di casacca in Ferrari, Vettel non rinnova il contratto e sarà sostituito da Sainz jr, con un effetto domino su altri team. In copertina il fotomontaggio con lo spagnolo in rosso, pubblicato su as.com

Col trascorrere del tempo, la separazione tra Vettel e la Ferrari non è stata una sorpresa.
Vista la perdurante incertezza del campionato non ancora iniziato, la prossimità d’inizio estate era la deadline per decidere chi affiancare a Leclerc nel 2021.
Una separazione cordiale ma amara tra la Ferrari e Vettel, ingaggiato nel 2015 per dare una scossa alle difficoltà iniziali dell’era power-unit nel post-Alonso, con l’obiettivo purtroppo non concretizzato di aprire un ciclo vincente, sia per una Mercedes (ed Hamilton) superiore che per incertezze durante il percorso.
Tra le dichiarazioni, pur leggendo che la separazione non avviene per motivi economici, è chiaro come la Ferrari (anche per la generale flessione economica dovuta al Covid) verosimilmente non poteva proporre condizioni vicine al precedente contratto, anche nella valutazione dei miglioramenti di Leclerc, pilota cresciuto in casa blindato fino al 2024.
Dalla parte di Vettel, possiamo pensare anche ad un problema di stimoli oltre che alla poca voglia di indietreggiare nelle gerarchie a favore del giovane monegasco, per un bilancio che in attesa dell’inizio del campionato 2020, su 111 Gp disputati è di 14 vittorie, 12 pole e 54 podi.
Spazio al 25enne spagnolo Carlos Sainz (contratto biennale), figlio del pilota Rally che rappresenta un’icona per quel mondo, avendo in bacheca 3 Dakar e 2 mondiali.

La sua carriera automobilistica inizia nell’orbita RedBull, con l’esordio in F1 nel 2015 a bordo della Toro Rosso dove resta per due stagioni.
L’obiettivo di una promozione in “prima squadra” sfuma anche per l’esplosione di Verstappen che gli rovina i piani.
Trasferimento in Renault nel biennio 2017/18.
Dal 2019 corre per la McLaren in una progressione parallela tra pilota e team, conquistando ad Interlagos il primo podio in carriera e, a fine campionato, il miglior risultato nella classifica piloti (sesto). In totale 102 Gp disputati.
Il recente trasferimento in Ferrari produce effetti anche negli altri team, perchè la McLaren in sua sostituzione ha scelto Ricciardo, attualmente alla Renault, a sua volta impegnata a trovare un nuovo pilota: secondo i rumors, sembrerebbero avviate le trattative per il ritorno di Alonso. Resta da definire il futuro di Vettel.
Nel 2021 alla monoposto n.16 di Leclerc verrà affiancata quella col n.55 di Sainz che, per uno scherzo del destino, aggiunge un cinque al tradizionale numero di Vettel, per una Ferrari che, affidandosi ad una coppia di piloti giovani, programma il suo futuro.
Risale al 2007, l’ultima volta in cui la Ferrari non schierava un pilota titolare già campione del mondo, ed in quell’anno…vinse Raikkonen.

Abbiamo iniziato un nuovo ciclo per tornare al vertice

M. Binotto, team principal Scuderia Ferrari

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie