En plein Ranking

E

Bottino pieno per i club italiani che parteciperanno alla fase ad eliminazione diretta delle tre competizioni europee quali Champions, Europa e Conference League, dove inevitabilmente cambierà la musica, ma intanto, l’andamento del calcio italiano da qualche anno sembra (speriamo definitivamente) essere cambiato.

Prosegue la scia positiva della formazioni italiane impegnate in Europa, che oltre a ben figurare e incassare premi economici, ciascuno secondo la proporzione del torneo, contribuiscono indirettamente al punteggio del ranking Uefa per nazione, utile a determinare il numero di squadre ammesse per Federazione, cartina tornasole anche della salute dei club fuori dai loro confini.
Contrariamente agli investimenti economici, introiti televisivi, capacità di acquisti e ingaggi dei migliori calciatori in circolazione, i numeri europei dicono che la Serie A è in salute.
L’anno scorso, come tutti ricordiamo, ben tre italiane giunsero alle rispettive finali, Inter in Champions League, Roma in Europa League (vincitrice l’anno prima della Conference) e la Fiorentina in Conference League, senza purtroppo centrare l’obiettivo.
Questi risultati hanno comunque aiutato tantissimo il ranking per nazione che garantisce al momento ben sette italiane in Europa, oggi tutte ammesse alla fase ad eliminazione diretta dove i dettagli faranno la differenza, ma intanto esserci è importante.
Vola quindi il calcio italiano, mentre la Premier, vista come irraggiungibile, ha già perso Manchester United e Newcastle, fuori da tutto nonostante i pesanti investimenti, la Bundesliga dovrà fare a meno dell’Union Berlino, e anche la Liga spagnola ha perso l’Osasuna, gia fuori in estate dopo gli spareggi di Conference (a dimostrazione che non si tratta di una coppetta, tutt’altro) come il Siviglia, che dopo aver vinto l’anno scorso l’Europa League contro la stessa Roma, e con una tradizione ineguagliabile nella seconda coppa continentale, quest’anno è arrivata ultima nel suo girone di Champions, concludendo anzitempo la stagione europea.
Sulla carta quindi, il ranking Uefa per nazione dell’Italia non potrà che migliorare, tuttavia ora il gioco si farà più duro, aumenterà la difficoltà ma come sempre ricordiamo, è proprio nella seconda parte della stagione che uscirà la migliore condizione dei club, infortuni permettendo, con vista, tra l’altro, al prossimo europeo.
Ragionamenti ma soprattutto numeri determinanti, perché le prime due Federazioni avranno un posto in più nella nuova Champions 2024-25, dove non ci saranno più gironi all’italiana ma un maxi gruppo da 36 squadre di cui parleremo più avanti.
Doveroso a questo punto un commento sul sorteggio degli ottavi di finale.

CHAMPIONS LEAGUE
La qualificazione delle tre italiane è avvenuta tramite il secondo posto nei gironi, anteprima di quello che sarebbe stato un sorteggio difficile per tutte, ad eccezione del Milan “retrocesso” in Europa League.
Accoppiamento durissimo per la Lazio che dovrà vedersela contro il Bayer Monaco, formazione tedesca di enorme tradizione europea, vincitrice della coppa nella stagione 2019-20, negli ultimi anni mai oltre i quarti di finale, per un confronto oggettivamente difficile cui servirebbe un miracolo sportivo.
I biancocelesti hanno iniziato male il campionato, premiati in coppa da un allineamento di pianeti che ha consentito (meritatamente) di essere

tra le migliori sedici d’Europa, per un doppio confronto che sarà anche parametro per capirne il livello contro una big.
Per Inter e Napoli sarà invece un doppio binario Italia vs Spagna, sorteggio difficile ma paradossalmente poteva andare peggio.
Cominciamo dai nerazzurri, che sfideranno l’Atletico Madrid, come sempre squadra fisica, tosta, dura e molto concreta soprattutto nelle gare casalinghe spinta dall’incessante tifo, ma questa Inter ha tutti i numeri per passare il turno, forte di un’ampia rosa e con alcuni giocatori probabilmente all’apice della loro carriera; siamo certi che anche gli spagnoli avrebbero preferito pescare un’altra squadra tra le seconde classificate.
Il Napoli sfiderà il Barcellona che, ricordiamo, non è la squadra che pochi anni addietro faceva andare letteralmente su tutte le furie gli avversari, c’è un ricambio generazionale ed inoltre mancherà Gavi per un infortunio che probabilmente gli farà saltare anche Europeo e Giochi Olimpici.
Quello visto contro il Real Madrid, è stato un Napoli cui è mancato il pelo sullo stomaco, come per l’Inter affronta un avversario difficile sulla carta ma non impossibile, poteva andare peggio qualora l’urna avesse riservato Manchester City o lo stesso Real.
L’andata degli ottavi si giocherà il 13-14 e 20-21 febbraio, gare di ritorno il 5-6 e 12-13 marzo.

EUROPA LEAGUE
Il sorteggio ha riguardato gli accoppiamenti per gli spareggi tra le seconde classificate dei gironi di Europa League contro le terze di quelli giocati in Champions, come una sorta di sedicesimi di finale.
C’era attesa per la Roma (seconda nel suo girone) ed il Milan, come detto retrocesso dalla Champions.
I giallorossi hanno pescato il Feyenoord, più volte incontrato nelle ultime stagioni (compresa la finale di Conference a Tirana), sulla carta tutt’altro che uno spareggio, ma con grande rispetto per gli olandesi i presupposti per andare avanti ci sono tutti.
Il Milan sfiderà i francesi del Rennes, squadra con tanto talento davanti ma tutt’altro che irresistibile contro i rossoneri che, con maggiore concretezza, oggi sarebbero ampiamente ancora nella Champions League.
A riposo l’Atalanta, in quanto vincitrice del proprio girone, che dovrà attendere l’esito degli spareggi previsti il 15 e 22 febbraio, il sorteggio degli ottavi del 23 febbraio e scendere in campo direttamente il 7 e 14 marzo.

CONFERENCE LEAGUE
La Fiorentina prima nel suo girone, può pianificare le prossime settimane di lavoro a cominciare dal calcio mercato, perché l’infortunio di Nico Gonzales è una pessima notizia, i tempi di recupero dovrebbero far rivedere il calciatore in campo solamente da febbraio, in tempo per la fase calda della stagione.
Anche per la Conference è stato effettuato il sorteggio degli spareggi per accedere agli ottavi, dove si sfideranno il 15 ed il 22 febbraio, le seconde classificate dei gironi di Conference contro le terze posizionate in quelli di Europa League, la stagione europea dei Viola entrerà nel vivo il 23 febbraio quando avverranno i sorteggi degli ottavi che si giocheranno il 7 e 14 marzo.

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie