F1 ’19: anteprima Shanghai

F

Prosegue il mondiale 2019 con il terzo appuntamento sul circuito di Shanghai, che segna la gara n°1000 nella storia della Formula 1.

In calendario dal 2004, il tracciato di Shanghai fa parte di quei circuiti di nuova generazione che ad inizio millennio avviarono un periodo di nuova avanguardia sotto la mano di Hermann Tilke, che precedentemente, aveva progettato i tracciati di Sepang (Malesia) e Manama (Bahrein).
Per le statistiche, Hamilton e la Mercedes detengono il maggior numero di vittorie (5), l’ultimo successo di una Ferrari, che qui vinse nella gara inaugurale con Barrichello, risale al 2013 (Alonso).
L’anno scorso, dopo una prima fila tutta Ferrari ottenuta in qualifica, con la giusta strategia vinse a sorpresa Ricciardo su RedBull.

In pista saranno tanti gli argomenti di interesse.
La Mercedes ha già inanellato due doppiette in altrettante gare, mentre la Ferrari è chiamata ad una netta inversione di tendenza.
D’accordo che le prestazioni del Bahrein hanno riscattato Melbourne, ma bisogna mettere in classifica quanti più punti possibile e, soprattutto, scoprire se Leclerc anche a Shanghai ripeterà le prestazioni di Manama, rimescolando incredibilmente il ruolo di primo pilota.
In questo caso è interessante il parere di Nico Rosberg che ha aggiunto del pepe alla situazione.
Sicuramente positiva la notizia che, dopo il guasto del Bahrein, non sarà sostituita la power-unit.

Non sarà come con Raikkonen l’anno scorso, quando Vettel anche con gare imperfette riusciva comunque a stargli davanti.

Nico Rosberg, campione del mondo 2016

Dietro la RedBull che, oltre alle prestazioni di Verstappen, ha bisogno soprattutto nel secondo pilota per non distaccarsi dal duo di testa.
Grande equilibrio a centro-gruppo, con sei team vicinissimi e racchiusi in appena sette punti; tra questi manca purtroppo la Williams, in dichiarato ritardo, cui si auspica un recupero a cominciare dagli avversari a loro più vicini.

Semaforo verde domenica 14 aprile marzo alle ore 8,10 italiane (14,10 locali).

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie