F1 ’19: uno sguardo alle gomme

F

Come nei precedenti campionati, quello delle gomme sarà un fattore strategico molto importante, riguardo alla gestione e all’ottimizzazione delle performance secondo la mescola scelta. Uno sguardo alle novità.

Alcune delle mescole Pirelli per la stagione 2019

Nel recente passato, la scelta della mescola è stata un elemento determinante nel risultato finale, al di là del potenziale della monoposto. E non per una questione di meteo (pista asciutta o bagnata, temperatura dell’asfalto ecc.), ma perché l’attuale Formula 1 ha raggiunto un livello tale di perfezionismo che il “compound” dello pneumatico, può permettere ad una monoposto di ottenere un risultato migliore, sia in termini di prestazioni che di durata di ciascuno stint.

Incredibile (ma mica tanto per gli addetti ai lavori) è come alcune aree delle monoposto siano progettate appositamente per sfruttare le caratteristiche di mescola del pneumatico, con gli ingegneri impegnati a studiarne i vantaggi secondo le caratteristiche di ogni singolo circuito.
Scopriamo alcune novità circa le caratteristiche delle gomme che la Pirelli fornirà in questo campionato.
Rimangono tre le mescole da asciutto a disposizione di ciascun team, il cui

Disponiamo di una nuova costruzione che permette di gestire meglio le temperature all’interno dello pneumatico.

Mario Isola, racing manager Pirelli

pilota liberamente potrà sceglierne le quantità da utilizzare per tutto il week-end entro un certo limite di set.
Allo stesso modo non cambia la varietà di mescole della passata stagione ma, a differenza della riconoscibilità attraverso l’“arcobaleno” di colori che ne caratterizzavano la banda laterale della gomma, da quest’anno sono nominate come C1/C2/C3/C4/C5, in ordine dalla più dura alla più morbida.

Di conseguenza, noteremo costantemente tre colorazioni per ogni gara, in ordine dalla mescola più dura a quella più morbida, ovvero bianca (più dura) – gialla (media) – rossa (morbida), scelte dalla Pirelli secondo le caratteristiche del tracciato.
Per i battistrada da bagnato intermedio ed estremo, rimarranno i colori della passata stagione, rispettivamente verde e blu.

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie