F1 ’21: a Portimao vince Hamilton

F

Succcesso di Hamilton che dopo tre gare, allunga nella classifica piloti su Verstappen secondo al traguardo, sul podio l’altra Mercedes di Bottas. Ferrari: sesto Leclerc, undicesimo Sainz.

Fase di partenza del Gran Premio

Un Gran Premio del Portogallo bello e acceso, la sintesi che ricordiamo, ha visto Bottas partire dalla pole affiancato in prima fila da Hamilton, poi le due Red Bull di Verstappen e Perez, dietro Sainz-Ocon e Norris-Leclerc.

Al via restano invariate le prime posizioni, Sainz passa Perez per la terza posizione, dietro situazione di pericolo al giro n.2 con Raikkonen che tocca Giovinazzi, ala anteriore danneggiata, ritiro per il pilota dell’Alfa Romeo e tanti detriti in pista: safety-car.
Riepilogando i primi tre hanno gomma media, Sainz morbida e dietro Perez ha la media, l’andamento safety-car potrebbe allungare la vita della mescola.
Nella ripartenza tiene la testa Bottas, ma Verstappen sorprende Hamilton e lo supera, Norris si porta in quarta posizione dietro Perez e Sainz che perde due posizioni, settimo Leclerc.
Al giro n.9 sono vicinissimi i primi tre, Verstappen si fa vedere negli specchietti di Bottas, mentre Hamilton sembra preferire fare da spettatore, sovrasterzo dell’olandese e ne approfitta Hamilon che restituisce il sorpasso.
Nel corso del giro n.15 ancora Hamilton vicino a Bottas, dietro Verstappen non tiene il passo delle Mercedes e si allontana, Perez sorpasso Norris riprendendosi la terza posizione.
Bella lotta, perchè Hamilton resta vicino a Bottas ma dietro anche Verstappen si riavvicina, interessante capire cosa succede con la strategia in vista del cambio gomme secondo il loro degrado, ma Hamilton non vuole aspettare e nel giro n.20 supera il compagno di squadra, si fa sotto Verstappen che nella lotta al campionato non può perdere tempo.
Primo pit-stop per Sainz al giro n.21, risponde Norris tenendo la quarta posizione, Leclerc box al giro 26 che monta la gomma più dura, mescola diversa rispetto al compagno di squadra.

Davanti Hamilton ha un margine di circa 2″ da Bottas, che vede Verstappen a sei decimi a distanza di possibile undercut.
Momento caldo della gara, box Verstappen al giro n.36 che monta gomma dura, rientra Bottas in quello successivo mantenendo la posizione ma l’olandese ha la gomma già in temperatura, l’attacca si porta in seconda posizione, subito dopo pit-stop per Hamilton leader del Gran Premio.
Posizioni cristallizzate, continuano i team-radio per motivare i piloti ma le posizioni davanti non cambiano, duelli finali nella top-ten per migliorare la zona punti, Norris termina ai piedi del podio, indietreggia Sainz che soffre il degrado delle gomme.
Infine a due giri dal termine, ultimi pit-stop per Bottas e Verstappen per contendersi il giro più veloce in gara utile per il punto extra, che va a Bottas.

L’ordine d’arrivo:
1. Hamilton (Mercedes) – 66 giri –
2. Verstappen (Red Bull) + 29″148
3. Bottas (Mercedes) + 33″530
4. Perez (Red Bull) + 39″735
5. Norris (McLaren) + 51″369
6. Leclerc (Ferrari) + 55″781
7. Ocon (Alpine) + 1’03″749
8. Alonso (Alpine) + 1’04″808
9. Ricciardo (McLaren) + 1’15″369
10. Gasly (Alpha Tauri) + 1’16″463
11. Sainz (Ferrari) + 1’18″955
12. Giovinazzi (Alfa Romeo) + 1 giro
13. Vettel (Aston Martin) + 1 giro
14. Stroll (Aston Martin) + 1 giro
15. Tsunoda (Alpha Tauri) + 1 giro
16. Russell (Williams) + 1 giro
17. Latifi (Williams) + 2 giri
18. Scumacher (Haas) + 2 giri
19. Mazepin (Haas) + 2 giri

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie