NFL ’17, week 2 preview: ruggini e altre vendette

N

wilson-injuryStanotte inizia, con l’anticipo tra Jets e Bills, il secondo turno della regular season NFL. Archiviato dopo molte emozioni e altrettanti field goal sbagliati il kickoff, si accingiamo a scoprire i molti intrecci di una nuova giornata piena di squadre a caccia di rivincite, vecchie o recenti che siano.

Il Thursday Night mette di fronte ai New York Jets proprio quei Buffalo Bills che, battendoli 22-18 nell’ultimo turno della scorsa regular season, negarono loro l’accesso ai playoff. Facile immaginare, quindi, una certa acredine da parte dei Jets. Entrambe sono state sconfitte all’esordio, i Jets di un punto contro i Bengals, i Bills di 6 a Baltimora; Buffalo ha vinto entrambi gli scontri diretti della scorsa stagione, ma stavolta potrebbe toccare a NY.

Tra le tantissime partite domenicali (non ci sono ancora bye), spiccano certamente Steelers-Bengals, Vikings-Packers e Giants-Saints. La prima è la rivincita della scorsa wild card, in cui gli Steelers la spuntarono 18-16 sotto il diluvio di Cincinnati dopo un finale da tregenda. Entrambe hanno vinto e convinto all’esordio, quindi partita aperta ad ogni risultato, anche se Pittsburgh è complessivamente più attrezzata.

Anche Vikings e Packers hanno vinto la prima, ma qui alcuni distinguo sono d’obbligo. Green Bay ha impressionato per concretezza su un campo non facile come quello dei Jaguars, Minnesota ha invece vinto contro i non trascendentali Titans con due touchdown della difesa e zero dell’attacco. Credo che i Packers siano un osso troppo duro da rodere per loro, al momento.

Giants-Saints promette scintille, con punteggio alto e vagonate di touchdown. Lo scorso anno New Orleans vinse lo scontro diretto segnando 50 punti e Brees passò 7 touchdown, ma i Saints subiscono anche tantissimi punti (35 in casa contro i Raiders domenica scorsa), quindi i fenomenali ricevitori dei Giants potrebbero trovare praterie da sfruttare. Ma molto dipenderà dalla rinnovata difesa di New York; contro Dallas è andata bene, prendendo solo 19 punti, ma lì c’era un qb esordiente, qui c’è Brees…

A proposito di vendette, c’è da aspettarsi quella dei Texans, che ricevono a Houston quei Kansas City Chiefs che nelle scorse wild card inflissero loro il più umiliante dei “cappotti”, battendoli 30-0. In pochi mesi la musica sembra però essere cambiata, anche se i Chiefs hanno il morale a mille dopo la rimonta e la vittoria in overtime sui Chargers della prima giornata. Anche qui vale un po’ il discorso fatto poco sopra per la difesa dei Giants: contro San Diego Alex Smith ha impressionato, lanciando per 363 yard, ma lì c’erano i Chargers e qui c’è J.J. Watt…

Le altre squadre di vertice non sembrano attese da impegni improbi. I Carolina Panthers scaricheranno la loro rabbia per la sconfitta a Denver riportando sulla terra i 49ers, fin troppo esaltati dal 28-0 sui poveri Rams. I Patriots, ancora senza Brady e Gronkowski, ospitano i Dolphins, usciti con l’amaro in bocca da Seattle. A proposito dei Seahawks, Russell Wilson è dato come regolarmente in campo dopo il brutto colpo alla caviglia rimediato domenica da Suh, quindi nessun problema per Seattle contro i Rams.

I Cardinals ricevono i Buccaneers per rimettersi in carreggiata dopo lo stop con i Patriots: lo 0-2 non è ammesso per una squadra con quel talento, ma occhio all’attacco dei Bucs che ad Atlanta ha dimostrato di essere cresciuto. A proposito dei Falcons, punti col pallottoliere in vista nella sfida tra Raiders e Falcons. I Broncos ricevono i Colts ancora a caccia della prima vittoria: Luck contro la difesa dei Broncos, sarà questa l’impari sfida da cui dipenderanno le chanche di successo di Indianapolis. Il Monday Night, infine, è davvero poco interessante questa settimana, visto che propone una sfida Bears-Eagles dal sapore antico e nulla più.

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie