NFL ’24 wk11: impresa Eagles a Kansas City, la vendetta è servita

N

L’attesissimo Monday Night dell’undicesima giornata regala la grande vittoria degli Eagles sotto il diluvio dell’Arrow Head Stadium; tra i match di domenica, i 49ers vincono nettamente grazie a un Purdy superlativo, bene Dolphins e Browns, straripanti Dallas e Buffalo.

Mancano ancora più di due mesi al Super Bowl, quindi siamo ben lungi dall’avere certezze, ma di sicuro l’impresa degli Eagles, vincitori 21-17 del Monday Night in casa dei Chiefs, remake dell’ultima finale, è un segnale forte e chiaro sulla voglia di Philadelphia di riscrivere la scala dei valori di questa stagione. L’attesissimo posticipo dell’undicesima giornata non ha tradito le attese, regalandoci una partita intensa, per lunghi tratti dominata dalle difese, sui cui valori tecnici ha inciso anche la pioggia battente che ha martellato senza sosta i giocatori. Il primo quarto è un botta e risposta, con Swift che risponde al td di Watson, ben pescato da Mahomes, ma il secondo sembra indirizzare la partita, visto che i Chiefs segnano un td (Kelce) e un field goal allo scadere, andando al riposo con un rassicurante 17-7. E invece i successivi due quarti ribaltano il match, con la pass rush dei Chiefs che non riesce più a far breccia nella linea verso Hurts, e con la difesa degli Eagles che mette pressione con continuità su Mahomes, che paga, va detto, anche la serataccia dei suoi ricevitori: Kelce commette un fumble sanguinosissimo ad inizio quarto periodo, mentre Valdes manca la presa della probabile vittoria davanti alla end zone a meno di un minuto dalla fine. L’attacco di Philly segna due td con il suo qb, e quei 14 punti sono sufficienti a portare il match dalla sua parte, visto che Mahomes & co. resteranno a secco. Facendo un salto indietro, merita un ricordo l’importante vittoria interna dei Ravens nell’anticipo di giovedì scorso, con un sontuoso 34-20 sui Cincinnati Bengals, che oltre al match perdono anche il loro qb titolare, Joe Burrow, per tutto il resto della stagione, a causa di una frattura al polso della mano di lancio. Una notizia disastrosa per i Bengals, che certifica una volta di più una stagione davvero disgraziata per loro.

Passando ai match della domenica, non si può non iniziare dalla prestazione monstre di Brock Purdy, capace di raggiungere il più alto qb rating possibile, 158.3, nel match vinto 27-14 dai suoi 49ers contro i Buccaneers, con 21 su 25, 333 yard lanciate, 3 td pass e zero intercetti. In difesa i californiani dovranno fare i conti con la perdita di Hufanga (stagione finita per rottura del crociato), ma l’attacco ha ripreso a girare che è una meraviglia. Negli altri match, non sorprendono più di tanto le difficoltà incontrate dai Dolphins per superare i redivivi Raiders, così come scontati erano i successi di Dallas sui Panthers (addirittura 33-10) e dei Bills sui Jets oramai alla deriva. Vittoria importantissima quella dei Browns, che a Cleveland piegano gli Steelers 13-10 con il calcio decisivo di Hopkins allo scadere; il match è una battaglia di difese, e su questo piano i Browns hanno ben pochi rivali. Deshaun Watson sarà fuori fino alla fine della stagione, per sostituirlo Cincy si affida a un quasi ex giocatore, Joe Flacco, un ragioniere per fare meno danni possibili, lasciando i riflettori alla difesa. Successi casalinghi per Detroit (31-26 sui Bears), Green Bay (23-20 sugli incomprensibili Chargers di questa stagione), Houston e Jacksonville. I NY Giants ritrovano una settimana di quiete grazie al successo su Washington, grazie al terzo qb Di Vito, mentre fa scalpore la sconfitta di Seattle a Los Angeles, sponda Rams, con i padroni di casa capaci di ribaltare il match grazie a dieci punti a zero nell’ultimo quarto, malgrado l’assenza per infortunio del loro uomo migliore, Kupp. Fa notizia anche la quarta vittoria consecutiva dei Denver Broncos, che riportano in parità il loro record (5-5) grazie al successo di strettissima misura, 21-20, sui Vikings, maturato allo scadere con il td di Sutton.
Il prossimo turno vedrà ben tre anticipi del giovedì, il Thanksgiving Day negli Usa, tra cui spicca la trasferta di San Francisco a Seattle. Tra i match della domenica, segnaliamo i Chiefs impegnati in casa dei Raiders, gli Eagles che ospitano i Bills e un intrigante Denver-Cleveland.

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie