NFL ’24 wk5: Eagles e 49ers sempre imbattuti, i Bills cadono a Londra

N

Una solidissima Philadelphia supera i Rams malgrado il ritorno di Kupp, mentre una scintillante San Francisco stravince il big match di giornata contro i Cowboys. I Jaguars si confermano imbattibili nei match giocati a Londra; tornano alla vittoria i Dolphins, si confermano Chiefs e Lions.

Le due partite più attese del quinto turno della regular season NFL non hanno deluso, pur senza riservare sorprese: Philadelphia e San Francisco sono ancora imbattute, e dimostrano al momento di essere le più forti, indipendentemente dalla Conference. Philly, vincitrice 23-14 a Los Angeles sui Rams, ha faticato certamente di più, ma alla fine è venuta a capo del match mostrando ancora una volta la sua miglior qualità: la solidità. Sotto 10-14 a metà del secondo quarto, con il ritornante Kupp a dir poco assatanato e giustamente molto cercato da Stafford, gli Eagles sono stati bravissimi a ribaltare il punteggio prima dell’intervallo, andando al riposo sul 17-14. Nel secondo tempo sono salite in cattedra le difese, specialmente quella di Philadelphia, che ha tenuto a zero per 30 minuti l’attacco avversario, congelando di fatto il match fino al successo finale. Il record sale così a 5-0 e la vittoria della NFC East, pur con 13 giornate ancora da giocare, appare già ipotecata, vista la pochezza delle contendenti. Di tutt’altro svolgimento l’altro match di cartello, quello che a San Francisco vedeva i 49ers opposti agli eterni rivali di Dallas: il risultato finale di 42-10 dice tutto sull’andamento del match, mai in discussione per meriti dei padroni di casa ma certamente anche per demeriti dei texani, con Prescott ancora una volta sul banco degli imputati. Difficile difendere un qb che lancia tre intercetti in un big match, ma non si può sottacere la mollezza di una difesa miope, talmente preoccupata di McCaffrey da dimenticarsi per ben tre volte in end zone un asso pigliatutto come Kittle.

Benissimo ancora una volta Purdy e la linea offensiva, mvp Kittle con 3 td, ma menzione d’onore per la coppia di inside linebacker, Warner e Greenlaw, uomini ovunque della splendida difesa californiana. Domenica prossima i 49ers volano a Cleveland, per un match contro i Browns che li vede favoriti ma che nasconde qualche insidia; gli Eagles saranno invece impegnati a NY, sponda Jets, per un match teoricamente senza storia. Tra gli altri risultati di giornata, spicca il secondo successo su due match londinesi dei Jacksonville Jaguars, che la scorsa settimana avevano battuto i Falcons a Wembley e ora hanno conquistato anche il prestigioso scalpo dei Buffalo Bills, nello stadio del Tottenham. Netto successo sui derelitti Giants dei Miami Dolphins, che si rialzano prontamente dopo il brutto stop della scorsa giornata contro i Bills; addirittura strabordanti i Detroit Lions, che ne fanno 42 ai Panthers, mentre vincono senza brillare, come gli succede spesso negli ultimi tempi, i campioni in carica di Kansas City, 27-20 sui Vikings. I Bengals approfittano del calendario per ripartire e si impongono 34-20 a Scottsdale sui Cardinals, e gli Steelers strappano grazie alla difesa (in particolare alla prova monumentale di TJ Watt) e alla pochezza di Lamar Jackson un match molto combattuto contro i Ravens. Infine, fanno notizia le parabole discendenti di due stelle di prima grandezza della NFL del recentissimo passato: Russell Wilson, con i suoi Broncos, riesce nell’impresa a rovescio di perdere in casa perfino contro i Jets, mentre il leggendario coach Bill Belichick, 6 titoli NFL ricordiamolo, ha dovuto incassare l’umiliante 34-0 che i Saints (non proprio uno squadrone) hanno rifilato a domicilio ai suoi Patriots. Gli storici dicono che i Pats non perdevano due partite consecutive di oltre 30 punti dal 1970, forse anche l’età dell’oro del grande Bill è giunta al capolinea.

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie