NFL Playoff ’22, Wild Card 3: Cardinals non pervenuti, Rams avanti verso Brady

N

L’ultimo match di Wild Card è senza storia, con i Rams padroni del campo che s’impongono 34-11 e ora volano a Tampa per la super sfida con i Buccaneers di domenica prossima.

Gli intensi tre giorni di Wild Card NFL si sono conclusi con un match a senso unico, quello vinto dai Los Angeles Rams sugli Arizona Cardinals, partiti col botto in questa stagione e finiti calando bruscamente, con 5 sconfitte nelle ultime 6 partite giocate.

LOS ANGELES RAMS – ARIZONA CARDINALS: 34-11
Tutti i dubbi sulla tenuta dei Cardinals che avevamo espresso in sede di presentazione si sono, purtroppo per loro, avverati. Con i Rams, più esperti e complessivamente più forti, ai Cards non è bastato il ritorno in extremis di JJ Watt nella front line difensiva per colmare un gap apparso a tratti quasi imbarazzante. Basti dire che Stafford e compagni hanno segnato 28 punti consecutivi, prima che l’attacco ospite muovesse il suo zero in tabellone. Lo stesso discorso vale nello specifico su Kyler Murray, che per la giovane età non merita certamente giudizi definitivi ma che non ha ancora compiuto quel salto di qualità finale che differenzia i grandi dai buoni quarterback.

È capace di giocate sensazionali ma anche di scramble fuori controllo e qualche volta fuori luogo. I Rams hanno invece regalato a Matthew Stafford, alla tenera età di 33 anni, la sua prima vittoria in post season (ma con i Lions era oggettivamente difficile che la ottenesse), e ora guardano con enorme attesa alla prossima sfida, domenica, in casa dei campioni in carica di Tampa Bay, reduci dalla passeggiata sui Lions. La stagione di L.A. è stata piena di alti e bassi, ma per qualità ed esperienza da entrambi i lati del pallone la quarta testa di serie sta stretta alla squadra di Sean McVay. In attacco Stafford ha diversi terminali di grande spessore sia con la palla in aria, Kupp (reduce da una stagione da record) e OBJ, sia a terra, con Akers e Michel. In difesa basta citare tre nomi, Donald, Miller e Ramsey, per far capire quanto potrebbe essere pericolosa la pass rush degli ospiti per Brady e la sua linea, uscita oltretutto acciaccata dalla Wild Card. Ancora una volta, sarà quindi questa la chiave per provare a battere il GOAT: mettergli pressione costringendolo a correre fuori dalla tasca. Se gli si lascia tempo per lanciare, non ce n’è per nessuno.

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie