Playoff NFL: presentazione delle Wild Card

P

Prima di parlare del presente, nello specifico dei quattro match di wild card che si disputeranno tra sabato e domenica, è interessante soffermarci per poche righe sul passato, confrontando le qualificate alla post season attuale con quelle della passata stagione. Nella AFC, ad esempio, notiamo come siano cambiate tre squadre, con Dolphins, Raiders e Texans sostituite da Jaguars, Titans e Bills; i Patriots si confermano numero 1 della conference, mentre Chiefs e Steelers si sono semplicemente scambiate la testa di serie. Un autentico terremoto, invece, quello che emerge dal confronto dei tabelloni della NFC, dove sono sopravvissuti solo i Falcons (e lo hanno fatto per il rotto della cuffia) mentre le altre cinque franchigie sono tutte diverse. I numeri uno del 2016, i Dallas Cowboys, sono crollati miseramente, e assieme a loro sono scomparsi Lions, Seahawks, Giants e Packers! Le nuove cinque “dame” invitate al ballo 2017 sono Eagles, Vikings, Rams, Panthers e Saints.

Passiamo al presente, provando ad analizzare le quattro sfide che terranno incollata al televisore mezza America (anche un po’ di più) in questo weekend.
AFC WILD CARD #1
JACKSONVILLE JAGUARS – BUFFALO BILLS
Due squadre molto simili su un aspetto chiave: sono molto più affidabili in difesa che in attacco. I Jaguars hanno due grandi pass rusher come Campbell e Ngakoue (rispettivamente 14.5 e 12 sack), i Bills sono meno abili nella caccia ai quarterback ma molto forti nelle secondarie, con intercetti e marcature asfissianti. Gli attacchi sono affidati a due qb, Bortles e Taylor, esplosivi ma dal turnover facile, specie quando la palla scotta come nei playoff. Probabilmente la chiave sarà proprio a favore di chi perderà meno palloni. I Jaguars hanno il vantaggio del campo, i Bills la motivazione extra di essere tornati ai playoff dopo 18 anni di assenza. Pronostico difficile, ma voto Jaguars.

AFC WILD CARD #2
KANSAS CITY CHIEFS – TENNESSE TITANS
Pronostico molto più facile qui, con i Chiefs nettamente favoriti, e non solo perché giocano in casa. La miglior qualità dei Titans, la difesa contro le corse, potrebbe essere totalmente inutile contro i giochi in profondità di Alex Smith per le sue frecce. E Marcus Mariota non sembra in grado di far troppo male alle amnesie difensive dei Chiefs, specie nelle secondarie. Contro Pats o Steelers sarebbe un’altra storia, ma per oggi dovrebbe bastare così per Kansas City.

NFC WILD CARD #1
LOS ANGELES RAMS – ATLANTA FALCONS
Scontro ai massimi livelli, peccato che arrivi già al primo turno. Scomparsi gli Eagles con l’infortunio di Wentz, quello dei Rams rimane l’attacco più esplosivo, equilibrato e imprevedibile della NFL, e se Goff e Gurley marciano ai loro livelli anche in questa partita le speranze di Atlanta si riducono al lumicino. Il neo maggiore dei Rams è il kicker, visto che Zuerlein è infortunato; in una partita a punteggio chiuso potrebbe essere un peso non di poco conto. Atlanta, dal canto suo, segna meno dello scorso anno, Matt Ryan cede un po’ troppo spesso all’intercetto e la difesa non ha più il genio di Shanahan a guidarla, ma il gruppo è lo stesso che ha sfiorato il titolo lo scorso anno, con una stagione di esperienza e affiatamento in più e con tutti i mesi passati a covare la rabbia per il Super Bowl perso incredibilmente contro i Patriots. Ma non la immagino come una partita a basso punteggio, quindi dico Rams.

NFC WILD CARD #2
NEW ORLEANS SAINTS – CAROLINA PANTHERS
A mio parere, questa partita potrebbe essere meno equilibrata di quel che si pensa, nel senso che i Saints sembrano avere le armi (il braccio di Brees e le gambe di Ingram e Kamara) per portarla abbastanza agevolmente dalla loro parte. In più giocano in casa, dove quest’anno hanno vinto 7 partite su 8, e nei due precedenti in stagione hanno sempre battuto i Panthers (34-13 e 31-21). L’unica variabile impazzita che potrebbe scompaginare tutto si chiama Cam Newton: se gioca una delle sue partite da Superman può spaccare la partita in favore dei suoi Panthers. Ma non mi sembra che sia quella l’aria, in sincerità, quindi dico Saints.

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie