Playoff NHL ’23: Panthers in finale, Vegas e Dallas a gara 5

P

I Florida Panthers chiudono un clamoroso sweep sugli Hurricanes grazie all’ennesima rete di Tkachuk, con soli 4″ sul cronometro di gara 4, e si qualificano per le Stanley Cup Finals. Vegas manca il primo “match point” perdendo in overtime contro gli orgogliosi Stars; domani si gioca gara 5 nel Nevada.

Tkachuk ha appena segnato la rete che manda Florida alle Finals

FINALE WESTERN CONFERENCE

VEGAS GOLDEN KNIGHTSDALLAS STARS: 2-3 (OT) (3-1)
A un passo dall’eliminazione, erano sotto 3-0 nella serie, dopo aver perso malissimo (4-0) gara 3 e dopo essere stati due volte in svantaggio in gara 4, i Dallas Stars ritrovano magicamente se stessi, gettando sul ghiaccio un immenso orgoglio che, forse, non eviterà loro l’eliminazione ma che certo renderà un po’ meno amara la fine della corsa. Senza Benn, squalificato per il fallaccio di gara 3, i Dallas Stars partono malissimo in gara 4, subendo la prima rete di Vegas dopo 4’17” da Smith e faticando enormemente a mettersi in moto, al punto che il primo tiro dei texani verso la porta di Hill arriverà dopo 7′ di gioco. Vegas si schiaccia troppo sul suo portiere e finisce per concedere l’unica vera arma rimasta a Dallas, il power play. Arriva così la rete dell’1-1 firmata in mischia da Robertson, a 4’18” dalla prima sirena, che tiene vive le flebili speranze del pubblico di casa. I Golden Knights riprendono in mano il match nel secondo periodo, ritrovando il vantaggio poco prima della metà col solito Marchessault. Dallas accusa il colpo del secondo svantaggio, l’uscita del puck è farraginosa per parecchi minuti finché, sul finale di tempo, gli Stars si ritrovano magicamente: costruiscono una lunga manovra offensiva con cui schiacciano Vegas per quasi un minuto nel suo terzo difensivo: il protagonista è sempre Robertson, che prima coglie un palo clamoroso ma pochi secondi dopo, nel prosieguo della stessa azione, sigla il 2-2 e la sua doppietta personale. Il terzo periodo è senza reti, ma la partita ha completamente cambiato il suo corso: gli Stars ora sono scatenati, dominano il ghiaccio e solo la straordinaria vena di Hill tiene a galla i Knights, trascinando il match all’overtime per la terza volta nella serie. Anche ai supplementari, però, la musica non cambia, e dopo 3’17” Joe Pavelski, ancora in power play, regala il meritato 3-2 a Dallas. Ora si torna nel Nevada per gara 5, in programma domani.

FINALE EASTERN CONFERENCE

CAROLINA HURRICANES – FLORIDA PANTHERS: 3-4 (Florida vince la serie 4-0)
Lo abbiamo già scritto e lo ribadiamo: i Florida Panthers sono la squadra del destino di questa postseason 2023. Entrati dalla “porta di servizio” della wild card, hanno subito eliminato ai supplementari di gara 7 i favoritissimi Boston Bruins, poi cinque gare per mandare a casa Toronto e ora addirittura uno sweep per liberarsi dei Carolina Hurricanes (prima testa di serie della Metropolitan, ricordiamolo), qualificandosi per le Stanley Cup Finals contro tutti i pronostici. Una serie molto più equilibrata di quanto dica il 4-0 finale, quella contro gli Hurricanes, con tutti i match terminati con una sola rete di scarto, due dei quali ai supplementari. Se Carolina era uscita furibonda da gara 3, persa 1-0 dopo aver tirato 32 volte verso un Bobrovsky in serata di grazia, possiamo solo immaginare l’amarezza per l’eliminazione giunta a 4″ dalla fine di gara 4, con 39 tiri a 23 sempre per gli ospiti e dopo aver raddrizzato una partita apparentemente già persa dopo 10′. La partenza dei Panthers è fulminea: 1-0 con Duclair dopo solamente 41″ di gioco e 2-0 dopo 10’23” in power play con Tkachuk. Pubblico di casa in delirio e Panthers che, a quel punto, si sentono forse già in porto. Gli Hurricanes però reagiscono, accorciano le distanze a 7′ dalla prima sirena con Stastny, bravo a insaccare dopo aver colpo il palo, e poi pareggiano dopo 2’51” del secondo periodo con Teravainen. La partita si accende definitivamente e diventa bellissima, così come meravigliosa è la rete del 3-2 dei Panthers, con Lomberg che conclude in rete una splendida azione corale. Bobrovsky sale in cattedra già su un penalty killing allo scadere; nel terzo periodo si esalta, fermando tutte le occasioni costruite dai furibondi Hurricanes, ora padroni del match. Carolina coglie i frutti del suo pressing a 3’22” dalla fine, con Fast che realizza il 3-3, ma proprio quando ormai la partita sembra destinata all’overtime ecco che gli Hurricanes concedono un pericolosissimo power play, occasione ghiottissima per Tkachuk che chiude i giochi con soli 4 secondi ancora col cronometro, regalando ai Panthers e ai suoi tifosi una gioia indescrivibile. E se non è destino questo…

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie