Quando il signor preside era… volante!

Q

Qualche breve scroscio di pioggia d’agosto rievoca il fatidico momento in cui, trascorse le vacanze, ci si apprestava ad acquistare gli articoli di scuola. Tra una matita, una penna ed un quadernone, come non ricordare la carriera del palermitano Nino Vaccarella, soprannominato il “preside volante” in riferimento alla sua attività extra-sportiva?

L’ex pilota siciliano, oggi ottantaquattrenne, dopo una laurea in Giurisprudenza, alla morte del padre si dedicò a presiedere l’istituto scolastico di proprietà della famiglia, senza mai abbandonare la passione per l’automobilismo.
La sua carriera iniziò a decollare alla fine degli anni ’50 partecipando alla “Sport 2000” con ottimi risultati a bordo di una Maserati.
Nel 1959 e ’60, vinse la cronoscalata Monte Erice, competizione che ogni anno si tiene nell’omonima località in provincia di Trapani, la cui lunghezza del percorso è di 5730 mt con una pendenza media di quasi il 7% con partenza da Valderice. Giunse quindi per lui il momento del grande salto in Formula 1, dove disputò quattro gare in tre anni.
Nel 1961 con la Scuderia De Tomaso, l’anno dopo con la Lotus (Gp di Germania con la Porsche) e nel ’65 con la Ferrari, ottenendo come miglior risultato il nono posto nel GP d’Italia del ’62.

Il meglio del suo talento, però, Vaccarella lo espresse sempre al volante delle vetture Sport, con cui disputò molte gare del Campionato Mondiale, quando queste non interferivano con il suo ruolo di preside. Nel 1964, arriva il più importante successo internazionale della sua carriera, quello alla 24 ore di Le Mans (storica gara che annualmente si svolge presso il Circuit de la Sarthe nell’omonima città francese) con una Ferrari 275P, in coppia col francese Jean Guichet. Una curiosità: Vaccarella non presenzierà alla premiazione, scappando subito via dal circuito per prendere l’ultimo aereo utile per essere in classe, l’indomani, a Palermo!
Divenuto l’idolo dei passionali tifosi siciliani, partecipò a molte edizioni della Targa Florio (storica corsa che si corre tra le Madonie della provincia di Palermo la cui prima edizione si svolse nel 1906), vincendola nel 1965, ’71 e ’75, rispettivamente in coppia con Lorenzo Bandini, Toine Hezemans e Arturo Merzario.
Nelle edizioni del ’62 e ’70 si classificò al terzo posto.

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie