Serie A Player of the Week 5: Federico Bernardeschi

S

bernardeschi-9Con due gol, un assist e una media realizzativa del 100%, Federico Bernardeschi della Fiorentina è il player of the week dell’ultimo turno. A dirla tutta, il premio potrebbe essere condiviso col suo compagno di squadra Kalinic, autore delle altre tre reti della squadra, oltre che di un assist. Doniamo la corona settimanale al giovane centrocampista perché è la sua doppietta a spaccare la partita, ad offrire cioè la possibilità alla Fiorentina di tornare da Cagliari con i tre punti.

È un campionato molto avvincente quello che si sta sviluppando in queste ultime giornate. La Juve è già alla sua seconda sconfitta e le più dirette inseguitrici riescono a tenere il passo, offrendo scenari d’equilibrio difficilmente pronosticabili ad inizio stagione. Sul podio immaginario del nostro premio ci finisce senza dubbi anche Manuel Locatelli, centrocampista del 1998 nato a Lecco e match winner della sfida al Meazza tra Milan e Juventus. Oltre alla sua, ragguardevoli anche le prestazioni di un sempre più prolifico Dzeko, di un volitivo Mertens e di un ritrovato Muriel, tutti protagonisti dei successi delle rispettive compagini.

Nel pomeriggio sardo, Bernardeschi mette in scena un copione da grande numero 10 fiorentino. In molti lo hanno paragonato prima a Giancarlo Antognoni, poi a Roberto Baggio, e da più di un anno lui sta portando avanti questa pressione, anche in Nazionale, senza mai uscire fuori dalle righe, ma provando ad onorare il compito, nonostante sia tra i più difficili per un calciatore. A Cagliari, qualche sprazzo da campione è uscito fuori, ancora una volta: è lui infatti a trascinare la Fiorentina alla prima vittoria in trasferta della stagione, firmando il gol del vantaggio viola, quello della tranquillità e regalando a Kalinic un assist (forse involontario, va detto) con una splendida giocata che chiude i giochi già nel primo tempo.

Sotto di una rete, in casa di una squadra ancora imbattuta tra le mura amiche, con una classifica non esaltante e soprattutto con i ricordi dell’ultima vittoria datata 18 settembre 2016 (l’ultima in trasferta è arrivata nello scorso campionato), la squadra di Paulo Sousa è stata bravissima a non disunirsi, continuando a creare gioco ed a sfruttare l’ottimo potenziale offensivo. Dopo il momentaneo pareggio di Kalinic, la seconda parte del primo tempo è tutta di marca Bernardeschi, capace di guidare i suoi al successo come un vero leader deve fare. Al 26’ si inserisce splendidamente tra i difensori del Cagliari e concretizza di piatto un bell’assist dalla sinistra di Kalinic. Al 31’ firma il suo vero capolavoro di giornata: azione solitaria, grande tocco di palla e sinistro magnifico, un missile terra-aria che si infila nel sette alla destra di Storari. Da evidenziare la facilità di calcio del centrocampista, che sorprende tutti con un tiro di grande potenza nonostante una posizione posturale non perfetta, con la sfera leggermente troppo vicina al corpo. Ispirato e galvanizzato dalla doppietta, al 40’ fa fuori in dribbling un paio di avversari ed offre una bella palla al compagno Kalinic, perfetto nel calciare di prima sorprendendo Storari e chiudendo, di fatto, il match già nel primo tempo.

In un campionato in cui praticamente tutti i bomber stanno marcando il cartellino, stonava, fino a sabato, l’unico gol segnato da questo giovane talento, per giunta su rigore. I suoi primi due gol su azione coincidono con la prima vittoria in trasferta della sua squadra, contro un Cagliari che nel turno precedente aveva sbancato il Meazza; ed anche con una rinascita di un gruppo che per doti tecniche e potenzialità di sicuro lascerà a breve la parte destra della classifica, per approdare in zone a lui più consone. Magari guidato da un ragazzo carrarese del 1994, nato calcisticamente nel vivaio toscano, che può davvero rappresentare il futuro della Nazionale, ma anche (se non soprattutto) una bandiera per i colori viola, come fu Antognoni prima di lui, che sappia far entusiasmare i tifosi della Fiesole e tutti gli amanti del calcio.

Autore

Luigi Rivolta

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Luigi Rivolta

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie