Stanley Cup Finals ’21: Tampa parte col botto

S

Gara 1 delle Stanley Cup Finals è un monologo dei campioni in carica di Tampa, che si impongono 5-1 sui Canadiens. Stanotte è già tempo di gara 2, sempre in Florida.

Salvataggio di Price su Stamkos

Chi pensava che i Lightnings avrebbero pagato lo scotto dopo le 7 gare giocate per eliminare gli Islanders si sbagliava di grosso, a quanto pare. Gli uomini di Jon Cooper, campioni NHL in carica dopo il successo delloo scorso anno sui Dallas Stars, hanno dominato la gara d’apertura dell’edizione 2021 delle Stanley Cup Finals, chiudendola con un 5-1 che lascia davvero poco spazio alle eccezioni. Il periodo più equilibrato del match è stato il primo, in cui, a una partenza sprint di Tampa, sono seguiti lunghi minuti di equilibrio, con occasioni anche per i Canadiens. I Lightnings passano in vantaggio dopo 6’20” con una bella transizione di Cernak, che ruba il disco in difesa e va poi anche a concludere dall’altra parte del ghiaccio, imbeccato splendidamente da Palat. Tampa gioca con una sicurezza disarmante, e grazie alla profondità delle sue linee sembra in grado in ogni momento di spaccare la partita. Dopo 90″ del secondo periodo, Carey Price si supera fermando Stamkos, lanciato in solitaria, ma nulla può dopo altri 3′, quando un tiro di Coleman dalla lunga distanza viene deviato nel traffico sotto porta da Gourde. 2-0 Tampa e nubi di goleada sul cielo di Montreal.

E invece in quel momento abbiamo visto i migliori Canadiens, finalmente arrembanti e più disposti a quel gioco duro che (come ci hanno insegnato gli Islanders) è forse l’unico modo per contenere lo straripante tasso tecnico di Tampa. A metà periodo sale in cattedra Vasilevskiy, con un paio di interventi da par suo, ma a 2’20” dalla seconda sirena anche il fenomenale portiere russo è costretto a capitolare sul tiro in one-timer di Chiarot, sbucato tra una selva di gambe e bastoni. I Canadiens hanno il grande demerito di non partire forte nel terzo e ultimo periodo, prestando il fianco alla rete di Kucherov dopo 2′ (rebound deviato sotto porta), che spacca di fatto il match. Rinfrancata nello spirito, Tampa ricomincia a macinare hockey ad alta velocità e per Montreal è notte fonda. A 8′ dalla fine arriva il 4-1 e la doppietta personale di Nikita Kucherov, con uno splendido tiro mancino subito in uscita da un faceoff vinto da Point. Infine, a 1’10” dalla sirena conclusiva ci pensa Stamkos, in power play, a fissare il 5-1. Stanotte si torna sul ghiaccio per una gara 2, sempre a Tampa, che molto potrebbe dire sulle reali possibilità che abbiamo di vedere una finale realmente combattuta.

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie