World Series: altro finale a sorpresa ma stavolta ride Boston

W

WS-2013_gara-4
Ci risiamo, queste World Series non vogliono proprio saperne di far finire una partita in modo banale, con una facile presa al volo o uno strikeout. Anche gara 4, dopo essere stata una lotta col coltello tra i denti, si è chiusa in modo fulmineo, talmente improvviso da sorprendere anche la regia della Fox, che in diretta aveva inizialmente “bucato” l’eliminazione finale (nella foto), riuscendo a riproporla solo in replay. Stavolta, però, Boston si è trovata dalla parte giusta del vento, come dicono i marinai, meritando pienamente il successo e la riapertura della serie, ora in parità sul 2-2. Stanotte si gioca gara 5, la terza e ultima in casa dei Cardinals, dopo di che le World Series faranno ritorno a Boston per l’ormai certa gara 6 e l’eventuale gara 7. Gara 5 è storicamente (e statisticamente) considerata il crocevia delle World Series, visto che la squadra che l’ha vinta sulla situazione di 2-2 si è poi aggiudicata il titolo nel 64,3% dei casi. Ed è un crocevia doppiamente importante per i Cardinals che, nell’eventualità di una sconfitta, si troverebbero costretti ad andare a vincere a Boston le ultime due gare, un’impresa ai limiti dell’impossibile.

Tornando a gara 4, Boston inizia con due novità nel lineup: Johnny Gomes torna titolare a causa dell’infortunio subito da Victorino, mentre Ross viene preferito come catcher a Saltalamacchia, cui non è stato evidentemente perdonato lo sciagurato tiro in terza che ha generato l’ostruzione a Craig, fatale per i destini di gara 3. La partenza migliore, però, è ancora una volta quella dei Cardinals, che nel secondo inning segnano l’1-0 con un doppio di Molina, spinto subito dopo a casa da una valida di Beltran. Il partente di St. Louis, Lynn, appare molto più convincente del suo omologo Buchholz, ma ha la testardaggine di sfidare troppo a cuor leggero David Ortiz, uno che sta battendo con una media sovrumana di 774 in queste World Series; nel quinto Ortiz lo punisce con un doppio, poi Lynn accusa il colpo concedendo due walk consecutive e incassando il punto del pareggio su volata di sacrificio di Drew. L’inning si chiude senza altri danni per i Cardinals, ma si percepisce che il vento della partita sta cambiando: sul mound di Boston sale Doubront, che per due inning ammutolirà le mazze dei padroni di casa, mentre al sesto attacco i Red Sox passeranno in vantaggio, grazie al clamoroso fuoricampo da tre punti di Johnny-Go Gomes, che spedisce a punto anche Pedroia e Ortiz e regala a Boston il 4-1.

Nel settimo inning il pessimo Breslow di questa finale quasi riesce a rimettere in partita St. Louis concedendo a Robinson il punto del 2-4, ma Farrell si affretta a toglierlo e Tazawa rimette a posto le cose. Nell’ottavo Boston schiera a sorpresa il partente Lackey come rilievo: è un inning complicato per i Sox, con Molina che arriva fino in terza per un errore di tiro di Bogaerts e un wild pitch dello stesso Lackey, ma il punteggio rimane invariato. Nel nono e ultimo inning Farrell schiera ovviamente il suo closer, Uehara, che elimina subito Descalso. Lì i Cardinals giocano la carta della disperazione, mandando in battuta Craig, valido battitore ma infortunato a un piede: Craig riesce a battere Uehara, ma deve accontentarsi di arrivare in prima. Il manager dei Cardinals, Matheny, lo sostituisce quindi con un pinch runner, Kolten Wong. Nel frattempo, Carpenter si fa eliminare al volo, ma non è ancora detta l’ultima parola: Wong rappresenta il punto del 3-4 e nel box arriva Carlos Beltran, celebre per i suoi fuoricampo, anche nei playoff. Con un home run si andrebbe agli extra inning: il pubblico lo sa e ci crede ancora, Beltran attende pazientemente la palla giusta su cui girare ma… Wong si fa cogliere fuori base da Uehara! Pick off vincente senza discussioni, terzo out, 4-2 per Boston e tutti a gara 5, con il povero Wong in lacrime inutilmente consolato dai compagni. Che altro succederà in queste imprevedibili World Series?

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie