F1 ’18: sulle rive del Mar Nero

F

Col prossimo Gran Premio di Russia il circus entra nella parte calda della stagione, dove ogni risultato può essere decisivo ai fini dei singoli obiettivi.
L’appuntamento di Sochi è in calendario dal 2014 ed il circuito si snoda proprio lungo il parco che ospitò nello stesso anno le Olimpiadi invernali.
Le statistiche delle vittorie, parlano di un dominio Mercedes: Hamilton (2), Rosberg e Bottas (1).

In pista vedremo il solito duello Mercedes-Ferrari, con la RedBull che potrebbe sfruttare le caratteristiche del tracciato per ottenere un buon risultato come nel precedente appuntamento di Singapore.
Ricordiamo come Hamilton conduce su Vettel con 40 pt di vantaggio (sui 150pt ancora a disposizione), idem la Mercedes sulla Ferrari con un divario di +37pt (sui 258pt a disposizione ipotizzando la doppietta di un team e 0pt dell’altro).
Dietro la Renault è pronta a consolidare il quarto posto respingendo le ambizioni della Haas, a centro gruppo le posizioni che sembrano essersi stabilizzate. Solo la Racing Point Force India (senza il cambio di denominazione sarebbe a pari punti con la Renault), sembra l’unico team in grado di scalare posizioni.

Un aspetto certamente da non sottovalutare, è quello che tutti i piloti (incluso i big) hanno raggiunto il numero di componenti utilizzabili nell’arco della stagione, una volta superati scatteranno le penalizzazioni sulla griglia di partenza. Il mondiale si giocherà anche sull’aspetto dell’affidabilità.

Le mescole di gomma a disposizione dei piloti, saranno le hypersoft, ultrasoft e soft.
Semaforo verde alle 13;10 di domenica 30 settembre.

È intanto ufficiale che nella prossima stagione l’italiano Giovinazzi affiancherà Raikkonen all’Alfa Romeo Sauber.

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie