F1 ’19: anteprima Singapore

F

Trasferimento a Singapore, per l’ultima fase della stagione in cui Lewis Hamilton e la Mercedes vogliono chiudere i conti il prima possibile.

Ultime sette gare del campionato a partire dall’avveniristico scenario del circuito cittadino di Singapore, che nel 2008 per la prima volta nella storia della Formula 1 ospitò una gara in notturna. Per le statistiche, Vettel ed Hamilton si contendono il record di vittorie (4), tra i costruttori è la Mercedes a detenere il maggior numero di successi (5). Negli ultimi tre anni, un pilota delle Frecce d’Argento è sempre salito sul gradino più alto del podio, nella passata edizione vinse Hamilton seguito da Verstappen e Vettel. A questo punto della stagione, soprattutto in circuiti come quello di Singapore, diventeranno importanti le eventuali penalità sulla griglia di partenza cui andrà incontro ciascun pilota, in caso di sostituzione delle componenti sulle power-unit. La Mercedes capitalizzando il dominio della prima metà di stagione, si presenta con +154 pt sulla Ferrari ed Hamilton a +63 pt da Bottas; il britannico potrà serenamente gestire un vantaggio di quasi due gare e mezzo (ogni vittoria vale 25 pt) sul compagno di squadra, mai in grado di dare un decisivo segnale di eventuale rimonta. Quello di Singapore è un tracciato completamente diverso da Spa-Francorshamps e soprattutto Monza, una pista “guidata” dove in casa Ferrari sarà importante verificare i progressi e gli sviluppi sul lavoro di recupero, seguendo la scia di entusiasmo della

precedente doppia vittoria. Da seguire la sfida interna tra Leclerc e Vettel, col tedesco chiamato ad una chiara e decisa risposta dopo le ultime debacle. Ma attenzione alla RedBull che su questo circuito, dopo due gare di quasi anonimato, tornerà a lottare tra i primi. Interessante come sempre la situazione alle spalle dei primi tre team, perché la McLaren necessita di punti per consolidare il quarto posto, non più al sicuro dopo il risultato della Renault a Monza. In attesa di conoscere gli esiti del ricorso presentato dall’Alfa Romeo post-Hungaroring, saranno tutte gare decisive da qui alla fine per Toro Rosso (51pt), Racing Point (46pt) ed Alfa Romeo (34pt). Obiettivo crescita per la Haas (la livrea non avrà il title sponsor dopo l’interruzione del rapporto), idem alla Williams dove, in questa stagione disgraziata, oltre a consolarsi per essere ai vertici dei team più veloci durante i pit-stop, si programma già il futuro, col rinnovo della fornitura delle power-unit Mercedes fino al 2025.
Il programma del week-end (ora italiana).
Prove libere 1 (venerdì 20 settembre – ore 10;30/12;00)
Prove libere 2 (venerdì 20 settembre – ore 14;30/16;00)
Prove libere 3 (sabato 21 settembre – ore 12;00/13;00)
Qualifiche (sabato 21 settembre – dalle ore 15;00)
Gara (domenica 22 settembre – dalle ore 14;10)

Mi colpisce la velocità con cui Leclerc impara dalle cose che fa.

Ross Brawn, d.g. F1

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie