F1 ’19: in Bahrain beffa Ferrari

F

A pochi giri dal termine la Ferrari di Leclerc, fino a quel momento in testa, accusa problemi elettrici consegnando la vittoria ad Hamilton. Ancora doppietta Mercedes, solo quinto Vettel.

La partenza del Gran Premio

Nella seconda prova del mondiale 2019 vince insperatamente Hamilton (secondo Bottas), con Leclerc che a pochi giri dal termine rallenta per noie elettriche e conclude terzo. Solo quinto Vettel.
In un week-end che lasciava presagire ben altri risultati, per diversi motivi la Ferrari raccoglie solamente le briciole dopo aver dettato il passo sin dalle prove libere, anteprima di una qualifica che ha visto una prima fila tutta rossa, con la prima pole in carriera di Leclerc. Terzo Hamilton, quarto Bottas, quinto Verstappen.

La gara. Al via Leclerc non è brillante, superato da Vettel e Bottas, ma resiste ad Hamilton.
Nel giro successivo, il monegasco supera Bottas portandosi al secondo posto, poche curve ed Hamilton supera il finlandese.
Ancora Leclerc velocissimo, guadagna tanto su Vettel ed al giro n°5, concretizza il sorpasso sul compagno di squadra.
Bella la competizione dietro ai primi quattro, con Verstappen che resiste all’attacco di Norris, Ricciardo risale in sesto posizione davanti a Raikkonen.
Al giro n°14 pit-stop per Leclerc ed

È il mio primo podio, ma non guardo tanto al risultato, ma a ciò che posso migliorare.

Charles Leclerc, pilota Ferrari

Hamilton, nella tornata successiva tocca a Vettel che rientra in terza posizione superato dal pilota Mercedes.
Ferrari più veloci sul passo gara, Hamilton commette un errore al giro n°20 che lo allontana di 5” da Leclerc, e dietro avvicina Vettel a 1,5”. Al giro n°23, Vettel supera Hamilton portandosi in seconda posizione, dietro è vivace il duello tra Norris e Raikkonen che premia il pilota della McLaren.
Secondo pit-stop per Hamilton (giro n°35), Vettel viene subito chiamato ai box per rispondere al tentativo di under-cut e rimane davanti al britannico, ma i due sono vicini, duellano ed il tedesco finisce in testa-coda. Ancora pit-stop (cambio gomme e muso) e rientro in nona posizione.

A pochi giri dal termine il colpo di scena.
Leclerc avverte un calo di potenza e perdendo quasi 5” al giro non può fare altro che portare al termine la gara badando solo a limitare i danni.
Il suo ritmo sembra tale da farlo scendere anche dal podio, ma in “aiuto” viene l’incredibile doppio ritiro della Renault, che induce l’ingresso della safety-car e di fatto, congela la gara.
Alla bandiera a scacchi, questa la top-ten: 1.Hamilton, 2.Bottas, 3.Leclerc, 4.Verstappen, 5.Vettel, 6.Norris, 7.Raikkonen, 8.Gasly, 9. Albon, 10.Perez.
Giro più veloce in gara per Leclerc, che guadagna un punto aggiuntivo.

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie