F1 ’19: scossa in casa Ferrari

F

A poco meno di due mesi dall’inizio del mondiale, arriva il ribaltone in casa Ferrari, atteso secondo i presupposti, meno per le tempistiche: via Arrivabene, alla guida della squadra arriva Mattia Binotto.

Arrivabene, Marchionne e Furbatto, nello scambio di auguri natalizi 2017

La notizia potrebbe sembrare clamorosa, ma in fondo non più di tanto per coloro che da mesi seguono le vicende di casa Ferrari sui giornali e sul web: cambia il vertice della Gestione Sportiva, con la promozione di Mattia Binotto che sostituisce Maurizio Arrivabene.
Sarà dunque l’ingegnere nato a Losanna, promosso poco tempo addietro da Sergio Marchionne nel ruolo di direttore tecnico e tra gli artefici del recupero in pista della Ferrari degli ultimi anni, ad avere il ruolo di team principal a partire dalla gara d’esordio, prevista a Melbourne il prossimo 17 marzo.

Che la convivenza tra i due non fosse priva di attriti lo si era capito nella seconda parte della seconda stagione, dopo l’improvvisa morte di Marchionne che, tra i segreti aziendali, era stato bravo fino a quel momento a mantenere il silenzio e fungere da ago della bilancia.
Dunque, non vedremo più al “muretto” Maurizio Arrivabene che si congeda con queste statistiche:
2015 (19 gp – 3 vittorie – 1 pole – 2°posto costruttori)
2016 (21 gp – 3° posto costruttori)
2017 (20 gp – 5 vittorie – 5 pole – 2° posto costruttori)
2018 (21 gp – 6 vittorie – 6 pole – 2° posto costruttori)


I vertici Ferrari decidono così di puntare tutto Mattia Binotto, in Ferrari dal 1995 ed artefice di una vera e propria scalata aziendale, dando le chiavi del muretto non solo ad una risorsa che conosce perfettamente i processi del team e che dovrebbe saper dare sostegno e lucidità in quelli che saranno i momenti chiave della stagione.
Nell’accelerare tale operazione, potrebbe aver influito il mercato-ingegneri, infatti secondo i rumors, la Renault decisa a puntare tutto sul 2021, pare stia corteggiando James Allison adesso in Mercedes, e di conseguenza le Frecce d’Argento avrebbero guardato proprio verso Binotto, in rotta con Arrivabene, fino alla scossa di questa mattina.

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie