F1 2017: Montecarlo si colora di rosso

F

Dominio Ferrari nell’angusto circuito monegasco.
Trionfa Vettel seguito da Raikkonen, completa il podio Ricciardo che si traveste da terzo incomodo con una RedBull apparsa decisamente in forma rispetto alle precedenti gare.
Evidenti difficoltà in casa Mercedes, mai così in affanno nelle ultimi stagioni.
Per le statistiche, l’ultima vittoria Ferrari a Montecarlo risaliva al 2001, quando anche Schumacher e Barrichello ottennero una doppietta.

Il riepilogo del week-end, dove Alonso (impegnato nella 500Indy) è stato sostituito da Button.
Nelle prove libere (tradizionalmente al giovedì le prime due sessioni) Hamilton è inizialmente il più veloce, mentre Vettel in seconda e terza sessione, mette le cose in chiaro facendo intuire la capacità della Ferrari di mandare subito in temperatura le gomme.
Qualifiche scoppiettanti.
In Q2 Hamilton soffre la mancanza di grip e le bandiere gialle per l’incidente di Vandoorne gli impediscono di miglioare: parte tredicesimo.
La pole è di Raikkonen (dopo 128 gare – l’ultima volta nel GP Francia ’08) affiancato da Vettel che completa la prima fila tutta Ferrari; in seconda fila la Mercedes di Bottas e la RedBull di Verstappen.

La gara.
Partenza regolare per i ferraristi che non si danno fastidio.
Nessun sorpasso ma l’interesse è tutto per le Ferrari guidate in punta di dita, perché in un circuito così angusto si paga qualsiasi minimo errore; al giro n°17 si ritira Hulkenberg per problemi al cambio.
Al giro n°35 si ferma Raikkonen mentre Vettel dopo aver allungato lo stint con dei giri record, dopo la sosta rientra in prima posizione.
Identica strategia per Ricciardo, che guadagna la terza posizione superando sia Bottas che Verstappen; Hamilton risale in settima posizione ritardando la propria sosta.
Al giro n°60 contatto tra Button e Wehrlein (gomma su gomma); il pilota Sauber rimane incastrato nella monoposto capovolta a 180° contro il guard-rail, senza conseguenze fisiche.
Inevitabile l’ingresso della safety-car e durante le fasi di ricompattamento del gruppo, va a sbattere Ericsson.
Al giro n°67 la ripartenza: esce Vandoorne e si anima la battaglia per il terzo posto tra Ricciardo, Bottas e Verstappen, contatto tra Perez e Kvyat (il russo è out).
Le Ferrari scappano e quando sventola la bandiera a scacchi, si compie il trionfo.
In zona punti: Bottas, Verstappen, Sainz, Hamilton, Grosjean, Massa e Magnussen.

In classifica piloti, Vettel allunga su Hamilton a (+25 pt) mentre tra i costruttori, la Ferrari (196 pt) supera la Mercedes (179 pt).

Prossimo appuntamento l’11 giugno a Montreal, per il Gran Premio del Canada.

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie