F1 ’23: countdown

F

È iniziato il conto alla rovescia verso il campionato 2023, dove qualche team (Ferrari inclusa) ha ufficializzato le date di presentazione a febbraio delle nuove monoposto ormai concluse nella fase di progettazione, adesso si lavora alla produzione dei singoli pezzi verso il definitivo assemblaggio; il primo articolo è dedicato alle premesse della stagione che verrà.

È un inverno abbastanza corto quello della Formula 1, con moltissime novità dentro e fuori la pista, in cui ciascun team già durante la scorsa stagione ha cominciato il lavoro che culminerà con la presentazione della monoposto 2023: troppo poco il tempo a disposizione e troppo alta la competizione per poter pensare ad un lavoro di poche settimane.
Certamente si parte avvantaggiati da un regolamento tecnico quasi del tutto identico a quello della passata stagione, per cui è lecito aspettarsi che le macchine saranno l’evoluzione aerodinamica e meccanica delle precedenti.
La Red Bull parte da un forte vantaggio, ma bisogna considerare quanto potrà influire la sanzione relativa alla diminuzione di ore in termini di sviluppo dopo aver sforato il budget cap 2021.
La Ferrari. stando alle prestazioni della seconda parte di 2022, dopo aver constatato l’impossibilità di vincere il campionato, è presumibile abbia anticipato il lavoro 2023 a partire dal tallone d’Achille dell’affidabilità.
Rebus Mercedes: avrà preferito inseguire il progetto dell’anno passato, talmente estremo da sospettarne la legalità, oppure una macchina tutta nuova, seguendo filosofie progettuali altrui?
Non mancano gli spunti anche per McLaren e Alpine, che proveranno ad avvicinarsi verso i top-team, ancora la lotta a centro gruppo tra Alfa Romeo, Aston Martin, Haas e Alpha Tauri, infine la Williams dovrà scrollarsi l’ultima posizione dello scorso campionato.
Inverno caldo anche dietro le scrivanie.
Il team principal della Ferrari è adesso Frederic Vasseur, proveniente dall’Alfa Romeo (Sauber) dove ha preso il suo posto Andreas Seidl nella programmazione che nel 2026 sarà l’ingresso di Audi in Formula 1, in questa giostra la McLaren ha promosso Andrea Stella come team principal.
Importante evidenziare come Leclerc ritrova il team principal del suo debutto dapprima giovanissimo in GP3 e dopo in F1 con l’Alfa Romeo Sauber,

ma altrettanto utile sottolineare che la macchina che vedremo in pista tra qualche settimana è nata sotto la direzione di Mattia Binotto.
Prima di congedarci da questo primo articolo, ricapitoliamo la griglia di partenza ed il programma dei Gran Premi.

TEAM E PILOTI

RED BULL: Verstappen (confermato) / Perez (confermato)
FERRARI: Leclerc (confermato) / Sainz (confermato)
MERCEDES: Hamilton (confermato) / Russell (confermato)
McLAREN: Norris (confermato) / Piastri (debuttante, campione F2 2021)
ALPINE: Ocon (confermato) / Gasly (dall’Alpha Tauri)
ALFA ROMEO: Bottas (confermato) / Zhou (confermato)
ASTON MARTIN: Stroll (confermato) / Alonso (dall’Alpine)
HAAS: Magnussen (confermato) / Hulkenberg (184 Gp disputati)
ALPHA TAURI: Tsunoda (confermato) / de Vries (1 Gp 2022 con William)
WILLIAMS: Albon (confermato) / Sargeant (nuovo)

CALENDARIO *sprint race

BAHRAIN (3-5 marzo)
ARABIA SAUDITA (17-19 marzo)
AUSTRALIA (30 marzo-2 aprile)
da assegnare in sostituzione Cina (14-16 aprile)
AZERBAIJAN (28-30 aprile)*
MIAMI (5-7 maggio)
EMILIA ROMAGNA (19-21 maggio)
MONACO (26-28 maggio)
SPAGNA (4-6 giugno)
CANADA (16-18 giugno)
AUSTRIA (30 giugno-2 luglio)*
GRAN BRETAGNA (7-9 luglio)
UNGHERIA (21-23 luglio)
BELGIO (28-30 luglio)*
OLANDA (25-27 agosto)
ITALIA (1-3 settembre)
SINGAPORE (15-17 settembre)
GIAPPONE (22-24 settembre)
QATAR (6-8 ottobre)*
STATI UNITI (20-22 ottobre)*
CITTA’ DEL MESSICO (27-29 ottobre)
SAN PAOLO (3-5 novembre)*
LAS VEGAS (16-18 novembre)
ABU DHABI (24-26 novembre)

Autore

Andrea La Rosa

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Andrea La Rosa

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie