Hockey NHL: soffertissimi Rangers, strepitosi Lightnings

H

Stepan_postNei playoff NHL è il momento di tirare le somme anche delle Divisional Finals. Qualche giorno di tregua, fino a sabato, e si alzerà il sipario sulle Conference Finals, le due serie (sempre al meglio delle 7 partite) che eleggeranno le due contendenti per la Stanley Cup. Come avevamo previsto, anche perché facilmente prevedibile, il meglio si è sempre visto sul ghiaccio della Eastern Conference, con una serie terminata ai supplementari di gara 7 (quella vinta dai Rangers su Washington) e un’altra che in 6 partite ha regalato diversi momenti palpitanti, con Montreal che ha provato a risollevarsi ma che alla fine ha dovuto arrendersi a una strepitosa Tampa Bay.

Johnson, Bishop e compagni partono favoriti, a mio modestissimo parere, nei confronti dei Rangers. New York è andata meglio in regular season e avrà il vantaggio del campo nelle eventuali gare 5 e 7, solitamente le pietre angolari delle serie molto combattute, ma i Lightnings che hanno mandato in vacanza Montreal vanno davvero a mille e N.Y. si è già salvata per un pelo contro Washington. In più, quest’anno Tampa ha sempre vinto in regular season contro i Rangers (così come era accaduto con Montreal) e questo ha più significato di qualsiasi altra chiacchiera. La squadra di Vigneault si è cavata fuori con esperienza e grinta dalla buca in cui si era cacciata contro i Capitals, sotto 3-1 nella serie, ma anche visivamente mi è sembrata meno veloce e brillante di Tampa Bay, che a tratti è stata davvero sfavillante contro i Canadiens.

A Ovest, invece, tutto secondo pronostico: Chicago ha spazzato via con uno sweep gli Wild, godendosi 10 giorni di preziosissimo riposo, e Anaheim ha impiegato solo una partita in più per avere la meglio dei Flames, decisamente in riserva dopo l’impresa al primo turno contro Vancouver. Ora, con lo scontro diretto Blackhawks-Ducks per un posto alle Stanley Cup Final, anche a Ovest si dovrebbe assistere a un’impennata del livello agonistico, in pieno spirito playoff NHL. Gli Hawks hanno sofferto realmente solo in gara 1, quando Minnesota è stata capace di rimontare da 0-3 a 3-3 in 10 minuti; vinta quella per 4-3, resistendo all’assedio finale degli Wild, sono andati abbastanza lisci. Stanno giocando molto bene in senso collettivo e individuali, con alcuni giocatori chiave in grande forma (Toews, Kane, Seabrook e Keith su tutti). Da sabato in poi, bisognerà vedere se tutto questo basterà ad arginare la macchina da gol di Anaheim, capace di segnare 19 reti in 6 gare ai malcapitati Flames. Calgary ha colto la vittoria dell’orgoglio in gara 3, vincendo 4-3 all’overtime, ma per il resto è sempre stata spettatrice non pagante dello strapotere dei californiani. Guardando avanti, Chicago ha i mezzi per superare i Ducks, ma certo non aspettiamoci un altro 4-0.

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie