MLB playoff ’16: Indians super bullpen, ma lo show è a Chicago

M

baez-steals-home#1 CHICAGO CUBS – LOS ANGELES DODGERS: 8-4 (1-0 nella serie)
Se il buon giorno si vede dal mattino, questa sarà una serie tutta da vedere. Gara uno, giocata al Wrigley Field di Chicago, è stata vinta meritatamente dai padroni di casa, più aggressivi in battuta e sulle basi, ma i Dodgers non sono stati passivi comprimari, pagando soprattutto la pessima partenza di Maeda sul mound, fuori dopo quattro riprese già con tre punti subiti, mentre il suo omologo Lester ne ha lanciate sei di grande spessore e personalità.

Nessuna fase di studio, con Chicago che passa a condurre già dopo il primo attacco, grazie al bel doppio di Kris Bryant che manda a punto Fowler. Il secondo inning è tutto nel segno di Javier Baez, che prima fa segnare Heyward con un gran doppio, poi guadagna la terza approfittando di un’indecisione del catcher e infine realizza il suo capolavoro personale, rubando casa base (ben aiutato dal pessimo tiro di Turner a casa, va detto) per un 3-0 che manda letteralmente in delirio il pubblico. I Dodgers accusano il colpo, con il solo Ethier capace di scuoterli in attacco con un solo homer nel quinto per l’1-3.

La partita si accende in modo palpitante nell’ottavo inning, quando L.A. trova finalmente continuità, riempie le basi e pareggia sul 3-3 grazie allo splendido singolo di Adrian Gonzalez, che fa segnare sia Toles che Utley. Nel loro ottavo attacco, però, sono i Cubs a pescare il jolly che spariglia il tavolo: con le basi cariche, Masson inserisce come pinch hitter Miguel Montero, che lo ripaga con un sensazionale grand slam, che riporta in cielo Chicago, avanti 7-3. Nello stesso inning il distacco si fa ancora maggiore, grazie al solo homer di Fowler che fissa l’8-3. I Dodgers sono tramortiti, ma giocano comunque un ultimo attacco d’orgoglio, arrivando a segnare il punto della bandiera con Joc Perderson, battuto a casa da Toles.

#2 CHICAGO CUBS – LOS ANGELES DODGERS: 0-1 (1-1 nella serie)
Ora è ufficiale, Clayton Kershaw ha trovato la ricetta per essere se stesso (cioè un campione) anche nei playoff. Dopo la salvezza in gara 5 contro Washington, Kershaw ha lanciato sette strepitosi inning contro i Cubs, senza punti, con due sole valide, una walk a fronte di sei strikeout. La sua opera è stata degnamente proseguita da Kenley Jansen, che non ha concesso nulla ai Cubs negli ultimi due attacchi, con quattro k su sei battitori affrontati.

La prestazione monstre dei due pitcher ha consentito a Los Angeles di chiudere con il minimo scarto la partita, con il solo punto arrivato da un homer dell’eterno Adrian Gonzalez. I Dodgers sono stati comunque un po’ più presenti in attacco, anche se aiutati da ben sette walk concesse dal mound di casa, dove Hendricks, pur risultando alla fine il lanciatore perdente, non ha demeritato.

#1 CLEVELAND INDIANS – TORONTO BLUE JAYS: 2-0 (1-0 nella serie)
La finale di American League si apre nel segno dei lanciatori partenti, che dominano gara uno regalandoci una partita molto chiusa e un po’ noiosa. Corey Kluber è perfetto per gli Indians, lanciando sei riprese e un terzo con 6 k e senza concedere punti. Estrada, dall’altra parte, lancia tutta la partita con 6 k, ma paga carissimo un unico momento di distrazione, quello in cui un lancio centrale viene spedito fuori da Francisco Lindor per l’home run da due punti che fissa il punteggio finale.

#2 CLEVELAND INDIANS – TORONTO BLUE JAYS: 2-1 (2-0 nella serie)
Ancora una partita chiusa e ancora una vittoria per gli Indians, che limitano a un solo punto la produzione dell’attacco dei Jays grazie soprattutto alla splendida prova del bullpen, con Miller e Allen che spengono a suon di k ogni velleità degli ospiti negli ultimi tre attacchi. Cleveland passa per prima, grazie al solo homer di Santana nel secondo inning, pareggiato poi da Barney nel terzo, battuto a casa da un bel doppio di Josh Donaldson. Il punto del vantaggio decisivo per Cleveland arriva già al terzo attacco grazie all’rbi single di Lindor, che manda a punto il velocissimo Rajai Davis.

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie