NFL ’17 week 17: Hawks e Ravens fuori, i Bills ringraziano Cincinnati

N

L’ultimo turno della regular season NFL 2017 non ha deluso le aspettative, regalando una grossa sorpresa nella AFC, la qualificazione dei Buffalo Bills, e la fine di un’epoca a Seattle nella NFC. I Bills sono andati a vincere piuttosto agevolmente a Miami, dominando tre quarti di partita (13-0, 19-0, 22-3) e controllando poi nel finale, dopo una brutta rissa, il ritorno orgoglioso dei Dolphins, fino al 22-16 finale. Ma la vittoria non sarebbe stata loro sufficiente senza l’aiuto decisivo dei Cincinnati Bengals, autori della miglior partita della loro mediocre stagione, che hanno sbancato Baltimora 31-27 buttando fuori dalla postseason i soliti, incredibilmente noiosi Ravens.

Special team protagonisti nella fase iniziale, ma complessivamente la partenza dell’attacco dei Ravens è contratta e la difesa, pur tenace come sempre, non riesce alla lunga a contenere le giocate profonde di Dalton a cui non manca di certo la potenza nel braccio. Cincinnati chiude i primi due quarti avanti 17-10, poi arriva puntuale la reazione rabbiosa dei padroni di casa, quindi Cincy allunga ulteriormente quando Collins trasforma un 4°&3 praticamente morto in un miracoloso touchdown, issando i suoi al 24-20 con 13′ e mezzo ancora da giocare. I Ravens, spinti dal pubblico, passano a condurre per la prima volta nel match con il td del 27-24 a 7’23” dal termine: troppo tempo concesso a un vecchio leone come Andy Dalton, che fiuta l’odore del sangue e confeziona il touchdown della vittoria per Boyd a 44″ dalla fine, con un 31-27 che getta nello sconforto i Ravens e tutti i loro tifosi, mentre negli spogliatoi di Miami i giocatori dei Bills impazziscono di gioia. È il loro primo ritorno ai playoff dal 1999!

Sconfitta ininfluente ai fini della corsa playoff quella dei Seattle Seahawks con i Cardinals, visto che Atlanta ha comunque vinto agevolmente contro i demotivati Panthers, ma la partita persa contro Arizona è stata per Seattle lo specchio di un’intera stagione e, quasi certamente, l’ultima uscita della “legion of boom” propriamente detta. È necessaria una profonda ricostruzione, e non è detto che Pete Carroll sia l’uomo giusto né che Russell Wilson sia propenso a rischiare gli anni migliori della sua carriera e del suo immenso talento per continuare a caricarsi tutto il resto della squadra sulle proprie spalle. Certo è che se gli Hawks decidessero di metterlo sul mercato potrebbero ricavarne i soldi necessari a ricostruire la squadra, visto che si scatenerebbe una paurosa asta al rialzo. La partita con i Cardinals è stata la solita incompiuta degli Hawks di questa stagione: sotto 7-20 all’intervallo con una partenza disastrosa anche in attacco, nel secondo tempo ingranano la marcia giusta e con un paio di autentiche magie della coppia Wilson/Baldwin arrivano addirittura al sorpasso del 24-23. Arizona riesce a centrare i pali a 2’22” dal termine per il 24-26, ma nell’ultimo drive Wilson riesce comunque a portare il suo kicker in raggio da field goal (48 yard) ma Blair Walsh sbaglia a 38″ dalla fine. Ripetiamo, ai fini dei playoff non sarebbe cambiato nulla, vista la vittoria dei Falcons, ma il finale per gli Hawks è stato ugualmente molto amaro.

Le wild card, in programma il prossimo weekend, vedranno quindi i Chiefs ricevere i Tennessee Titans e i Jaguars ospitare i Buffalo Bills, per la parte riguardante la AFC, mentre nella NFC avremo i due match più attesi, Rams-Falcons e Saints-Panthers. Godranno di una settimana di riposo le migliori quattro (Patriots, Steelers, Eagles e Vikings) che torneranno in campo il weekend del 13-14 gennaio contro le vincenti delle wild card.

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie