NFL ’19: week 12, 49ers e Ravens, lezioni di football

N

I due match più attesi della giornata sono senza storia, con i 49ers che azzerano Rodgers e i suoi Packers 37-8, e i Ravens vittoriosi 45-6 sul campo dei Rams, finalisti dell’ultimo Super Bowl. Successi anche per Patriots, Saints, Seahawks e Bills, con Frank Gore che, a 36 anni, diventa il terzo miglior running back di sempre per yard corse.

Tra domenica sera e lunedì abbiamo assistito a due autentiche lezioni di football: merito di San Francisco 49ers e Baltimore Ravens, ma naturalmente anche demerito dei loro avversari, rispettivamente Packers e Rams, autori di prestazioni non all’altezza del loro rango. Sulla partita dei 49ers c’è soprattutto da sottolineare, ancora una volta, la prestazione semplicemente “mostruosa” della difesa: sempre in pressione, sempre aggressiva, ha tenuto un qb come Rodgers fermo a 8 punti e 104 yard lanciate, con 5 sack subiti e solo il 6% di positività sui terzi down. Anche l’attacco californiano ha brillato (e ci mancherebbe altro, con 37 punti segnati), con Garoppolo e Kittle su tutti, malgrado alcune assenze di peso, ma a rubare gli occhi è la difesa, in special modo la pressione sulla linea di scrimmage. Alle individualità, che inevitabilmente ci sono, si sta aggiungendo un affiatamento complessivo di reparto, tra defensive linemen e linebacker, che rende difficilissimo il lavoro della linea offensiva avversaria, costretta a non chiamare raddoppi sui pass rusher principali per non creare buchi sfruttabili da altri, e forzata a giocare spesso bootleg perché tight end e backfield devono restare molto corti per bloccare la furia dei difensori. Non è solo una questione di sack, insomma. Show impressionante anche quello offerto dai Ravens nel Monday Night, con i Rams padroni di casa che vengono asfaltati e salutano quasi matematicamente le residue speranze di playoff dopo aver giocato (e perso) lo scorso Super Bowl. Per Baltimore il discorso è opposto, rispetto a San Francisco: la difesa è certamente ottima, ma a scintillare è l’attacco, alla faccia di chi considera noioso il gioco di corse. Jackson e Ingram, con il pallone tra le braccia, hanno fatto letteralmente impazzire i loro avversari, limitando al ruolo di comparsa un certo McDonald, miglior difensore del 2018. 285 yard totali su corsa dei Ravens contro 22 dei Rams, ben 40′ di possesso senza turnover e 45-6 sul tabellone sono i numeri di un’autentica lectio magistralis; individualmente, per

Jackson 169 yard lanciate e 95 corse, per Ingram 111 yard corse in sole 15 portate, che equivale ad una sensazionale media di 7.4 yard a pallone. Rams pasticcioni e prevedibili in attacco (Gurley ha corso 22 yard in 6 portate), completamente travolti in difesa. Negli altri match domenicali hanno vinto tutte le principali favorite, ad iniziare dai Patriots, autori di una prestazione offensiva davvero modesta ma comunque sufficiente a battere gli ancor più modesti Cowboys. Dal festival dei turnover escono vincitori i Seahawks, grazie soprattutto al loro eroe di giornata, il secondo running back Penny, e alle tantissime assenze che hanno svuotato gli Eagles, oramai pressoché fuori dalla corsa ai playoff. Stessa sorte toccata ai Panthers, sconfitti 34-31 a New Orleans con un field goal allo scadere dopo aver mancato poco prima il calcio del loro vantaggio. Giocano maluccio ma continuano a vincere i Buffalo Bills, che con il 20-3 casalingo sui Broncos rimangono in prima fila per una Wild Card nella AFC e festeggiano il grande traguardo raggiunto da Gore, ora terzo rb della storia per yard corse dopo Smith e Payton. Confermano invece la loro totale inaffidabilità gli Atlanta Falcons, che dopo le belle vittorie su Saints e Panthers cadono mestamente in casa contro Tampa Bay. Successo molto importante, nell’anticipo di giovedì scorso, quello ottenuto dagli Houston Texans nello scontro diretto contro i Colts, 20-17 al termine di un match ricco di ribaltamenti e con un grande Hopkins, capace di regalare prese di altissima scuola. Proprio Houston ospiterà uno dei big match del prossimo turno, il Sunday Night tra Texans e Patriots. Diversamente dal solito, giovedì verranno giocati tre anticipi (negli Usa è il Thanksgiving Day), tra i quali spicca per importanza il match di Dallas tra Cowboys e Bills, importantissimo soprattutto per i texani. Il big match di domenica sarà certamente quello tra Ravens e 49ers, attesissimo da tifosi e non per vedere lo scontro diretto tra le due squadre più in forma della lega. Infine, molto interessante anche il Monday Night, con i Vikings, reduci dal turno di riposo, che andranno a Seattle contro i Seahawks.

Autore

Gianluca Puzzo

Aggiungi un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianluca Puzzo

Segui Sport One

Tag più frequenti

Categorie